back blog

CON UNA SETTIMANA DI INIZIATIVE IL CIME RICORDA LA FESTA DELL’EUROPA

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Sala della Protomoteca del CampidoglioAnche per il 2015 il Movimento Europeo in Italia ha scelto di promuovere e supportare una serie di eventi vicini alla data del 9 maggio “Festa dell’Europa”, per ricordare i messaggi e valori originari sui quali è nato il processo di integrazione europea. Le diverse iniziative sono state seguite da un numero particolarmente elevato di partecipanti, in particolare giovani. Questa volta le città più coinvolte sono state: Firenze, Caserta, Formia e Roma.

 


Il primo appuntamento è stato rappresentato dall’incontro “Europa contro la crisi. Dalla governance intergovernativa al governo europeo dell'economia. Verso una democrazia federale” organizzato a Firenze il 7 maggio al Palagio di Parte Guelfa (ore 15.00-18.00) nel quadro del Festival d’Europa e insieme al locale Movimento Federalista Europeo e alla Gioventù federalista europea. Sono intervenuti nell’ordine: Claudia Muttin - CIME e Membro del Board del Movimento Europeo Internazionale, Valdo Spini - Circolo Rosselli, Michele Ballerin - Comitato Centrale MFE, Tommaso Visone - Centro Studi sul Federalismo. Il dibattito successivo è stato lungo e le domande numerose.

 

 

L’8 maggio mattina, presso la Sala degli Specchi nel Palazzo Reale di Caserta si è invece svolta la ormai tradizionale cerimonia di premiazione dei Concorsi per le scuole promossi dal CIME e dall’AICCRE insieme agli studenti che hanno elaborato opere di diverso tipo su tracce dedicate alla tematica generale della cittadinanza europea. La partecipazione ai concorsi che ha segnato quest’anno il massimo livello, si è tradotta anche in una entusiastica partecipazione di delegazioni da diverse regioni di Italia all’evento di premiazione. Quasi 200 giovani hanno affollato, non senza difficoltà, gli spazi della sala dedicata alla cerimonia della consegna dei premi, moderata da Stefano Milia del CIME e da Renato Pellegrino dell’AICCRE. Intermezzi musicali e visite guidate nella Reggia hanno completato l’offerta della giornata.

 

 

Il 9 maggio a Formia, si è svolta presso il Municipio di Formia una Tavola rotonda con esponenti del mondo della Società civile, delle Istituzioni e della Politica dal titolo “9 maggio 1950. Una Festa per i cittadini europei di oggi e di domani: dalle comunità locali all'Unione europea”. Che ha aperto il Seminario di formazione dal titolo "Per un'Europa unita. Un futuro di pace e progresso per i giovani" organizzato dal Movimento federalista europeo del Lazio per gli studenti delle scuole superiori della regione che parteciperanno al XXXIV Seminario nazionale di formazione federalista europea in programma a Ventotene a settembre. Successivamente si è svolto in serata, sempre a Formia, presso il Max Beer Garden il tradizionale brindisi conviviale per la festa dell’Europa “Blu Ape” al quale hanno partecipato molti rappresentanti delle organizzazioni europeiste di Roma e del Lazio.

A Roma, il 15 maggio, più di duecento studenti di sei licei – Alberti di Minturno, Cavour, Gullace, Pasteur, Peano, Tacito di Roma – hanno riempito la mattina la sala della Protomoteca al Campidoglio per l’incontro finale del “Laboratorio per l’Europa” (icon Programma 15 maggio 2015 (126.45 kB)) promosso dal Consiglio Italiano del Movimento Europeo e da Libertà e Giustizia di Roma. Gli studenti hanno lavorato da novembre 2014 a maggio 2015 coinvolti in un percorso di lavoro attivo che, attraverso incontri e workshop con esperti e partendo dalla lettura del Manifesto di Ventotene scritto nel 1941, li ha portati a riflettere a fondo sull’intuizione che governò la vita di Altiero Spinelli confrontandola con la percezione d’Europa che i cittadini hanno oggi.
Strumento di indagine e confronto è stato un questionario rigorosamente anonimo che, messo a punto dagli studenti con la collaborazione di esperti, è stato distribuito nei quartieri di riferimento delle scuole partecipanti (quasi 1000 intervistati). A completamento del lavoro di ricerca, analisi dei dati emersi e mappatura della percezione d’Europa, gli studenti di ogni scuola hanno redatto il loro Piccolo Manifesto per l’Europa descrivendo l’Europa che vorrebbero e facendo un bilancio dell’esperienza.
L’analisi complessiva dei risultati delle indagini svolte da tutte le scuole ed una sintesi delle altre sezioni -“L’Europa che vogliamo” e “Bilancio dell’esperienza” – è contenuta nel documento Ripartiamo da Ventotene (icon E-BOOK (2.11 MB)) che ha costituito la traccia per le presentazioni che gli studenti hanno fatto. Hanno reagito ed anno commentato le analisi dei giovani sotto la moderazione di Maurizio Olivieri: Pier Virgilio Dastoli (Presidente del CIME), Elena Paciotti (già Parlamentare europea e Presidente della Fondazione Lelio e Lisli Basso) e Roberto Sommella (giornalista e saggista).
I giovani, inoltre, hanno presentato e sostenuto un appello approvato il 9 maggio in cui si invita ad aderire e promuovere un’ideale “Maratona per la Costituzione d’Europa” (icon Appello (51.13 kB)) che, partendo dalle scuole, università, organizzazioni giovanili e loro siti web si sviluppi nel tempo con tappe intermedie scandite da eventi – incontri che servano da catalizzatori d’attenzione per una raccolta di firme da consegnare al Parlamento Europeo per chiedergli di assumere un ruolo costituente.



Sala della Protomoteca del CampidoglioLa conclusione delle iniziative CIME dedicate alla festa dell’Europa è stata rappresentata da un convegno di stampo più istituzionale, rivolto, in particolare, a diversi stakeholder italiani. Nel pomeriggio del 15 maggio dalle ore 15.00 alle 18.00 si è svolta un’iniziativa “UN TRIO A METÀ PERCORSO” L’Unione europea nelle riflessioni e proposte delle tre Presidenze semestrali a guida del Consiglio (2014 - 2015) (icon Programma 15 maggio 2015 . (161.27 kB)). Dopo i saluti di Valentina Grippo - Presidente Commissione Affari Esteri dell’Assemblea Capitolina a nome del Sindaco di Roma, sono intervenuti con delle relazioni di apertura: Sandro Gozi, Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri per le politiche e gli Affari Europei, Zanda Kalnina-Lukaševica Vice Ministro per gli Affari Europei - Ministero degli Affari Esteri della Lettonia, Janine Finck, Ambasciatrice del Lussemburgo in Italia. I lavori, coordinati da Pier Virgilio Dastoli - Presidente Consiglio Italiano del Movimento Europeo, sono poi proseguiti con numerosi interventi da parte degli stakeholder presenti ai quali poi hanno nuovamente replicato e risposto i rappresentanti dei governi.

Tutte le iniziative si inquadrano nell’insieme delle attività avviate durante le stesse giornate da altri Consigli nazionali del Movimento Europeo in diversi paesi sotto il Coordinamento del Movimento Europeo Internazionale e con il sostegno del Programma “Europa per i cittadini”.

 

agorabannerBannerPROCESSO UE

sdg

banner13

banner14

banner15

banner16banner16


Partner e Sostenitori

banner12

banner11


 

Registrati per ricevere le nostre newsletter.

Movimento Europeo

Italia

E' una rete di organizzazioni che mobilita cittadini e sostiene un'unione democratica, federale e allargata dal 1948.

© Movimento Europeo  -  Realizzato da logoims

Search