back blog

L’EUROPA INFORMA AL VOTO

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

logo eurinf votoIl progetto “L’Europa InForma al voto” È stata un’iniziativa, promossa dal Consiglio Italiano del Movimento Europeo (CIME) in collaborazione con A.E.D.E. – C.I.F.E. – A.I.C.C.R.E. – F.I.C.E. e sostenuta dalla Commissione europea nel quadro del“Programma Gioventù in azione” e da alcuni sponsor (Intesa San Paolo, Tecno Holding, ITALCONSULT, Centro studi La Parabola), rappresenta uno dei principali progetti di comunicazione intrapresi dal CIME negli ultimi dieci anni.


Partendo da una esigenza politica fortemente sentita dalle varie realtà aderenti, di sensibilizzare i giovani, in particolare i neomaggiorenni che avrebbero esercitato per la prima volta il loro diritto di voto, proprio nei riguardi delle prossime elezioni del Parlamento europeo, si è riusciti a strutturare un progetto di “servizio”, diretto ad un target prevalentemente giovanile, con un alto livello di visibilità e innovatività.
Il coinvolgimento di vari rappresentanti delle organizzazioni aderenti al CIME, nonché di molti dei Centri Europe Direct a livello locale e anche del Forum Nazionale dei Giovani, è indubbiamente stato un altro valore aggiunto, come anche dell’ottimo livello di collaborazione raggiunto con la Rappresentanza in Italia della Commissione europea, l’Ufficio di informazione per l’Italia del Parlamento Europeo, il Dipartimento per le Politiche Comunitarie della Presidenza del Consiglio dei Ministri e la Direzione Affari Internazionali del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca.

LE ATTIVITA’ DEL PROGETTO
quiz siderno resCon la filosofia della carovana itinerante, in ben 17 diverse Regioni italiane ( dalle quali sono pervenute ben 71 prenotazioni, da altrettanti Istituti Scolastici Superiori) sono stati realizzati gli incontri nelle scuole, con la presentazione di un modulo informativo della durata di circa 2 ore, che alterna strumenti multimediali a momenti di dibattito frontale, incontrando così migliaia di studenti (circa 4.000) delle classi quinte degli Istituti superiori che per la prima volta hanno esercitato il loro diritto di voto nelle ultime elezioni per il Parlamento Europeo. Il saluto ufficiale del Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, inviato al CIME e ai partecipanti degli incontri, ha potuto spesso aprire (digitalizzato in una presentazione automatica) le singole manifestazioni.

Il calendario degli incontri realizzati è stato il seguente: 10 febbraio - Puglia (OSTUNI), 27 febbraio - Umbria (TERNI), 9 marzo - Campania (CASERTA), 10 marzo- Basilicata (POTENZA), 11-12 marzo - Calabria (SIDERNO e REGGIO), 13 marzo – Sicilia (PALERMO), 20 marzo – Abruzzi (PESCARA/CHIETI), 1 aprile – Toscana (PISTOIA), 2 aprile - Liguria (GENOVA), 3 aprile - Piemonte (TORINO), 6 aprile – Lombardia (BRESCIA), 7 aprile - Veneto (PADOVA), 8 aprile – Emilia-Romagna (BOLOGNA), 16 aprile, - Marche (S. BENEDETTO DEL TRONTO) – 11 maggio, Sardegna (CAGLIARI), Friuli Venezia Giulia (UDINE) 25 maggio, Lazio (FROSINONE, MONTEFIASCONE, TIVOLI, ROMA (tre eventi)) 12-28 maggio.
Sono,inoltre, stati organizzati 8 momenti di dibattito con rappresentanti delle associazioni giovanili del territorio a Terni, Gioiosa Ionica, Palermo, Genova, Torino, Padova, Cagliari e Gorizia, che hanno permesso di raccogliere molti interessanti suggerimenti in tema di educazione all’UE e di partecipazione alle scelte politiche europee.

Sono stati creati vari prodotti di comunicazione di riconosciuta qualità, apprezzati dai giovani coinvolti nella campagna: - il sito internet www.europainformaalvoto.it - il gruppo sul portale Facebook “Europa InForma al voto”, - il gruppo con video dedicati sul portale YouTube - il video utilizzato durante gli incontri con i giovani (tot. 32 minuti circa), - il CD-Rom con percorsi informativi/formativi sull’Unione Europea e distribuito in 22.500 copie - le schede cartacee e on-line per il sondaggio “Dai un volto all’Europa”, a cui hanno partecipato già più di 1.800 giovani da tutta Italia. - le varie funzionalità per il concorso per slogan SMS “Il futuro sceglie l’Europa” ed, infine - il gioco l’Europa QUIZ, adoperato durante gli incontri con le scuole.

I CONCORSI NELL’AMBITO DEL PROGETTO

premiazione 9 maggio res2Il 9 maggio il Presidente della Repubblica stesso, in piazza del Campidoglio, ha premiato i giovani vincitori dei vari concorsi legati all’iniziativa, attribuendo così un importante riconoscimento ufficiale da parte delle istituzioni all’insieme del la campagna. - I 3 primi premi “ Il futuro sceglie l’Europa”, riservati a giovani tra i 18 e i 30 anni che hanno proposto degli slogan per le elezioni europee della lunghezza massima di un SMS (160 caratteri). Il premio è consistito in un diploma di merito e in una visita di studio presso le istituzioni dell’Unione europea che si è svolta a Bruxelles tra il 23 e il 25 giugno.

I risultati del sondaggio “Dai un volto all’Europa” invece sono stati presentati in una conferenza stampa tenutasi il 29 maggio presso la sede della Rappresentanza in Italia della Commissione europea. L’alta partecipazione e l’ampiezza geografica realizzata in questo voto/sondaggio (quasi 2.500 giovani di 17 diverse Regioni italiane) ha avuto l’interesse dei mass media che ne hanno riportato i risultati e apprezzato lo spirito e l’originalità. Nelle quasi 2.500 risposte censite, la più indicata è stata la Cancelliera Angela Merkel con il 21% delle preferenze seguita da Tony Blair con il 16% dei consensi. Anche una delle figure più carismatiche della sinistra ecologista Daniel Cohn-Bendit risulta diviso solamente per pochissimi voti dal risultato dell’ex premier britannico. Pure la destra nazionalista europea riscuote un certo consenso con Jean Marie Le Pen che raggiunge 11% delle preferenze. L’attuale Presidente della Commissione europea J.M. Barroso, favorito attualmente per quel posto, ottiene un modesto 7% e viene largamente superato dalla sua VicePresidente svedese Margot Wallstrom, indicata dal 12% dei partecipanti al sondaggio. 

voto torino resCon il 5% l’ex premier belga Guy Verhofstadt guida gli ipotetici pretendenti che hanno riscosso meno successo: il presidente del Parlamento europeo Hans Gert Poettering (3%), l’euroscettico Presidente della Repubblica Ceca, Vaclav Klaus (2%), il Presidente dell’Eurogruppo il lussemburghese J.C. Junker (1%).

Tutte le informazioni sull’insieme delle attività collegate alla campagna sono sempre state dettagliatamente riportate sul sito: www.europainformaalvoto.it

 

agorabanner

banner13

banner14

banner15

banner16banner16


Partner e Sostenitori

banner12

banner11


 

Registrati per ricevere le nostre newsletter.
Come giudichi i servizi e le informazioni del nostro sito?
  • Voti: (0%)
  • Voti: (0%)
  • Voti: (0%)
Totale dei voti:
Primo voto:
Ultimo voto:
© Movimento Europeo  -  Realizzato da logoims

Search