back blog

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

ImmagineProcesso2019xwebIl percorso di alternanza scuola-lavoro "Processo all'Europa", promosso dal Movimento europeo - Italia in questo anno scolastico ad iniziare da novembre 2018, in collaborazione con alcuni Licei romani, ha avuto la mattina del 16 maggio una degna conclusione nella cornice dell'Auditorium ANMIG. Tale format di consapevolezza europeo, risultato quest’anno anche tra i finalisti del prestigioso “Premio Spinelli” , è stato, quest’anno, inserito come parte integrante di un percorso locale di attività nel quadro del Progetto europeo W.I.S.E. (WHILE INNOVATING AND STRENGTHENING EUROPE) che vede come capofila l’organizzazione ALDA ed è cofinanziato dall'Unione europea nell'ambito del programma Europa per i cittadini.

Sono stati studenti e studentesse dei Licei Tacito, Talete e Vittoria Colonna a dimostrare concretamente, in forma di “processo”, ciò che hanno appreso sull'Unione europea dopo circa 5 mesi di formazione, riflessioni e ricerche assistiti dai tutor del Movimento Europeo - Italia e della GFE.

Il tema del dibattimento è stato quest’anno il "deficit democratico" identificato dai Capi d'accusa nel sistema istituzionale europeo e nel suo funzionamento concreto in particolare per 4 specifici elementi che sono stati evidenziati come quelli più critici e che hanno chiamato in causa gran parte delle diverse istituzioni dell’UE .

Il verdetto finale ha evidenziato, sia motivi di condanna, sia varie argomentazioni per alcune parziali assoluzioni.

A breve anche la documentazione completa relativa a questo evento sarà disponibile sul sito internet del Movimento Europeo nella pagina dedicata ai diversi “Processi all'Europa” svoltisi in Italia durante gli ultimi tre anni.

E' possibile accedere ad un album di immagini su Facebook, relativo all’evento del 16 maggio.

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

MosaicoPremiazione2019xwebLa mattina del 14 maggio ha avuto luogo la premiazione della XII edizione del Concorso nazionale per le scuole secondarie promosso dal Movimento Europeo-Italia dal titolo "Diventare cittadini europei", tradizionalmente legato alle iniziative di sensibilizzazione promosse dal Movimento europeo internazionale per la FESTA DELL'EUROPA.

Grazie all'attenzione da parte dell’Associazione Italiana dei comunicatori pubblici e istituzionali è stato possibile organizzare la cerimonia presso il Centro congressi di Roma “la Nuvola” nell'ambito del FORUM PA 2019, la principale vetrina della pubblica amministrazione italiana.

La premiazione è stata preceduta da un dibattito sulla "Comunicazione pubblica e empowerment dei cittadini" presieduto dal Presidente Pier Virgilio Dastoli.

Hanno partecipato al concorso scuole di 7 diverse regioni italiane misurandosi con video creativi, in particolare sul tema della “democrazia”, ma per la prima volta le scuole di 1° grado (medie) sono state più numerose di quelle di 2° grado (superiori).

Gli istituti che si sono classificati nelle prime posizioni sono stati i seguenti:

SCUOLE SECONDARIE DI 1° GRADO
Vincitore: Classe 3C dell’Istituto Comprensivo Il Guercino di Cento (FERRARA) Emilia Romagna
Secondo classificato: lavoro realizzato da Angelo Aguzzoli, Mariannna Cecere , Valentina Di Caprio, Giuseppe Melone della Classe 3D dell’Istituto I.C. "G.Stroffolini" di Casapulla (CASERTA)
Terzo classificato: Lavoro realizzato da Enrico Barone, Rosario Barone, Jean Claude Coppola, Massa Carmine, Karina Oprea, Dora Maria Stridacchio della Classe 3C dell’Istituto Comprensivo Statale "A. Moscati” Pontecagnano Faiano (SALERNO)
ex aequo con
Classi 1A e 1B dell’Istituto comprensivo statale “L. da Vinci” di Olevano sul Tusciano (SALERNO)

SCUOLE SECONDARIE DI 2° GRADO
Vincitore: Gruppo Inter-Classe del IISST Liceo “Majorana” di Orvieto (TERNI)
Secondo classificato: Classe 1A del Liceo scientifico "Marie Curie" di Giulianova (TERAMO)
Terzo classificato: Lavoro individuale dell’alunno Giovanni Emanuele Barbaro della Classe 3 AI - Istituto Tecnico Industriale “Copernico” di Barcellona Pozzo di Gotto (MESSINA)

MENZIONE SPECIALE DELLA GIURIA
Per l’attività realizzata dalle Classi 1G - 2B - 2E - 2H - 2I - 3B - 3I dell’Istituto Comprensivo "Sinopoli-Ferrini" di Roma


ALBUM FOTOGRAFICO SU FACEBOOK
https://www.facebook.com/movimento.europeo.italia/photos/?tab=album&album_id=2191547454214139

 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Altiero SpinelliTrentatre anni fa, alle 8h20, si addormentava per sempre Altiero Spinelli, forse sognando i leoni come il vecchio pescatore di Ernest Emingway.

Coerente con l’azione e l’opera di Altiero Spinelli, il Movimento europeo chiede ai deputati europei che saranno eletti dal 23 al 26 maggio di entrare nell’emiciclo di Strasburgo il 2 luglio 2019 pronti ad assumere collettivamente un ruolo costituente per passare dall’Unione europea ad una Comunità federale al fine di garantire alle cittadine e ai cittadini europei le opportunità che possono essere offerte loro - come beni comuni - solo dalla dimensione europea.

In occasione dei trentatre anni dalla scomparsa di Altiero Spinelli (23 maggio 1986 - 23 maggio 2019), il Movimento Europeo pubblica l'introduzione alla sua autobiografia a cura del Presidente Pier Virgilio Dastoli.

 

 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Foto Lino Venturelli

Il Movimento Europeo Italia, assieme al Presidente Pier Virgilio Dastoli, da notizia e partecipa con dolore al cordoglio per la scomparsa del Prof. Lino Venturelli avvenuta oggi, venerdì 3 maggio, all’età di 92 anni.

Professore emerito all'Università degli Studi "G. D'Annunzio" di Chieti-Pescara, il prof. Venturelli ha rappresentato per lunghi anni l’Associazione Europea degli Insegnanti nel Movimento Europeo.

Laureatosi in "Economia e commercio", presso l'Università degli Studi "La Sapienza" di Roma, ove consegue, successivamente, la specializzazione in "Discipline bancarie" ed il perfezionamento in "Studi europei". Frequenta, nel suo primo anno di fondazione, il "Collège Universitaire d'Etudes Fédéralistes", organizzato dal C.I.F.E. (Centre International de Formation Européenne) di Parigi e diretto da Alexandre Marc.

Professore Incaricato presso l'Università degli Studi G. D'Annunzio di Chieti, per l'insegnamento della "Tecnica del commercio internazionale", è, poi, presso la stessa Università, docente di ruolo per l'insegnamento della "Tecnica industriale e commerciale", e contemporaneamente, ha in affidamento la cattedra di "Tecnica delle ricerche di mercato e della distribuzione generale", denominata oggi "Marketing" ed insegna al corso di perfezionamento postlaurea in "Cultura, Diritto, Economia e Politica delle Comunità europee "; corso, quest'ultimo, che promuove e dalla Commissione europea di Bruxelles, viene anche riconosciuto "cours permanent" della "Action Jean Monnet".

Autore di numerose ricerche e pubblicazioni in materia aziendale ed, in particolare, nel settore della "Economia e gestione delle imprese", dirige, per diversi anni, la "Rassegna valutaria" della "Rivista Italiana di Ragioneria e di Economia aziendale".

Sempre presso la suindicata Università, su delibera del Senato Accademico, gli vengono affidati diversi servizi, quali:
- Presidente della Commissione d'Ateneo per i Rapporti internazionali (e in tale veste, promuove le convenzioni con la "Leeds Metropolitan University", la " Université de Nantes" e la " St. Petersburg State University of Economics and Finance");
- Institutional coordinator d'Ateneo per I'E.C.T.S. (European Credit Transfer System) del Programma "Socrates" ;
- Delegato d'Ateneo: al Programma Leonardo da Vinci (già Comett), all'A.P.R.E. (Agenzia per la promozione alla ricerca europea), al Salon Européen de 1'Etudiant di Bruxelles, al Salon Internacional del estudiante di Granada, all'E.U.C.E.N. (European Universities Continuing Education Network) con interventi e relazioni alle "Eucen European Conferences", nelle Università di Glasgow, Kortrijk, Lille, Nantes, Catania, Losanna, Dublino, Orebro, Varsavia.
Già componente del Consiglio di Amministrazione e membro del Comitato esecutivo dell'I.S.F.O.L. (Istituto per lo sviluppo della formazione professionale dei lavoratori).

Successivamente:
- Diviene professore (a contratto) per la disciplina di "Economia e gestione delle imprese", presso la LUM "Jean Monnet" Università non statale legalmente riconosciuta mediterranea (Bari - Casamassima), ove ha avuto recentemente anche l'incarico di docente "delegato per i rapporti internazionali";
- Aderisce, presso l'Università degli Studi "La Sapienza" di Roma, al Polo Universitario "Jean Monnet - Luigi Einaudi".

Numerosi sono stati i suoi incarichi a livello associativo, tra i quali si segnalano:
- Segretario Generale della "Association Européenne des Einsegnants";
- Segretario Generale della "Association des anciens étudiants" del CIFE di Parigi e dello IEHEI ( Institut Européen des Hautes Etudes Internationales ) di Nizza;
- Membro del Comité fédéral dell'UEF ( Union of European Federalists ) di Bruxelles;
- Membro del CEC ( Centre Européen de la Culture ) di Ginevra.

 

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

italyfrance

Alla vigilia del viaggio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ad Amboise e Chambord in occasione delle celebrazioni del 500esimo anniversario della morte dei Leonardo da Vinci, i Movimenti europei in Italia e in Francia hanno deciso di redigere una dichiarazione congiunta.

Quest’anniversario deve essere l’occasione per celebrare l’amicizia italo-francese e costruire insieme delle iniziative comuni per contribuire all’avvenire del progetto europeo.

L’Italia e la Francia, due paesi che – con Alcide De Gasperi e Altiero Spinelli, Robert Schuman e Jean Monnet – sono alle origini del processo di integrazione europea, hanno contribuito a trasformare gran parte dell’Europa da un continente in guerra a un continente in pace che vive in una prosperità condivisa.

Un buon accordo italo-francese è essenziale per il proseguimento del progetto europeo.

Definire una politica europea comune di asilo e di immigrazione è un’esigenza urgente per i paesi europei perché è il solo modo per proporre soluzioni globali e durature ai flussi migratori.

La solidarietà fra gli Stati membri deve essere applicata anche in materia industriale, tecnologica o di ricerca per garantire la sovranità europea di fronte alla competizione asiatica, russa o americana e per rispettare gli obiettivi dello sviluppo sostenibile e gli accordi di Parigi.

Questo mondo ha bisogno di un’Europa forte e unita. La sicurezza esterna dell’UE può essere garantita solo da una voce unica e da una vera politica estera comune.

Le prossime elezioni europee rappresentano una sfida molto importante in questo contesto.

Ecco il testo in italiano e francese della dichiarazione a firma dei Presidenti Pier Virgilio Dastoli e Yves Bertoncini.

 

RASSEGNA STAMPA:

- La Croix: « Léonard de Vinci n’était ni Italien, ni Français, il était avant tout Européen »  (02/05/2019)

- VoxEurop: "Un génie avant tout européen" (02/05/2019)

- VoxEurop: "Un genio anzitutto europeo"Un genio anzitutto europeo" (02/05/2019)

- Avvenire (03/05/2019)

 

 

agorabanner

euteatro

BannerPROCESSO UE

coccodrillo

banner fake


Le Nostre Reti

eumov

eucivfor

logo asvislogofonmedretepace

routecharlemagne


Partner e Sostenitori

parleuitarapprita

banner12

banner11


 ed logo

Gioiosa Jonica  -  Roma  -  Modena  -  Nuoro  -  Bari  -  Trento


 

Registrati per ricevere le nostre newsletter.

Movimento Europeo

Italia

E' una rete di organizzazioni che mobilita cittadini e sostiene un'unione democratica, federale e allargata dal 1948.

© Movimento Europeo  -  Realizzato da logoims

Search